Amici della Musica Aci e Galatea


Vai ai contenuti

Ficarazzi come metafora

Come Eravamo

Ficarazzi come metafora

Storia - Memoria -AttualitÓ - Prospettive
di Michele La Rosa



La storia di Ficarazzi, piccolo centro agricolo fino agli anni '60, frazione del Comune di Acicastello ed estrema propaggine dell'antica Terra di Aci, pu˛ essere davvero emblematica e significativa per la comprensione del boom demografico e socio-economico che ha interessato tutti i paesi dell'Etna.

Per questo non Ŕ solo il piacere di parlare del nostro paese che induce l'Associazione Amici della Musica a tentare di riordinare ed approfondire conoscenze e ricerche sul territorio di Ficarazzi e sul suo contesto storico, geografico e antropico.

Con l'aiuto della ricerca storica, della memoria e dei documenti dei gruppi familiari pi¨ antichi si vogliono rivisitare tradizioni, culture e stile di vita locali, e ci˛ soprattutto al fine di tracciare delle linee di sviluppo magari a partire dalla impareggiabile bellezza dei luoghi e per costruire un nuovo modello di sviluppo.

In fondo riteniamo che le trasformazioni profonde siano simili a quelli di tanti piccoli paesi dell'Etna, compresi i tempi di realizzo ora lenti e latenti, ora veloci ed appariscenti.

Per questo Ficarazzi come metafora di questo stravolgimento che ha investito uomimi e cose nello stretto giro degli ultimi 50 anni.

La comprensione della portata di tali fenomeni non vuole dunque essere la recherche du temps perdu, ma una lettura analogica e comparata di tutti gli elementi a disposizione.

Iniziamo a entrare nel vivo dell'argomento prendendo visione di un primo documento importante per la storia di Ficarazzi, il DECRETO di FRANCESCO I RE DELLE DUE SICILIE datato Napoli, 15 Settembre 1828, "con il quale i quartieri di Aci Trezza e Ficarazzi, separandosi dal Comune di Aci S. Filippo e Catena, vengono riuniti a quello di Acicastello".

Tale avvenimento segna quindi praticamente per Ficarazzi lo spartiacque fra la sua storia antica e quella moderna.

Pertanto da qui in avanti (1828) faremo dei viaggi a ritroso nel tempo fino alla nascita del vulcano Etna (500 mila anni addietro) e ci proietteremo in avanti fino ai nostri giorni.


Torna ai contenuti | Torna al menu